Ultima modifica: 12 Gennaio 2022
Istituto Comprensivo "Giovanni XXIII" > Articoli di: silvia carla arosio

Archivio

12 Gennaio 22 Articolo

UN INCONTRO IMPORTANTE … IN 3^A

“BASTA SOLO UN ATTIMO PER CANCELLARE UNA VITA. POTREBBE NON BASTARE UNA VITA PER CANCELLARE QUELL’ ATTIMO” (Enrico Comi) Oggi vi racconterò la storia di Enrico, la persona che mi ha fatto capire il vero significato della parola “droga”. Enrico era un adolescente come tanti, non andava molto bene a scuola e aveva molti pensieri    »

16 Dicembre 21 Articolo

UN INCONTRO IMPORTANTE … IN 3^F

Venerdì 21 novembre la 3^F, nelle ultime ore della mattina, ha incontrato Enrico Comi, autore dei libri “Stupefatto e Spacciato”, nel quale parla della sua esperienza con le droghe, che inizia ad usare poco prima del suo quattordicesimo anno di età. Sei mesi dopo la prima canna, inizia a fumare quotidianamente sino ad arrivare ad    »

16 Dicembre 21 Articolo

UN INCONTRO IMPORTANTE … IN 3^D

Lunedì 15 novembre 2021 è venuto a farci visita in classe Enrico Comi, un ex-tossicodipendente che da ben ventisette anni si occupa di prevenzione alla dipendenza da stupefacenti e gira nelle scuole di tutta Italia per raccontare ai ragazzi la sua esperienza con queste sostanze, invitandoli a non compiere i suoi stessi errori e a    »

29 Novembre 21 Articolo

“CARI PRIMINI …”

Cari primini, ben arrivati! Sono un alunno della classe 2^E e vorrei conoscervi un po’. Sono molto curioso! Io sono in seconda ora e vi voglio accogliere come hanno fatto con me gli altri compagni più grandi, lo scorso anno. Credete che sia semplice riuscire ad arrivare fino al secondo anno delle scuole medie? Bene    »

16 Maggio 21 Articolo

LA TESTIMONIANZA DI UN MEDICO SULL’EMERGENZA COVID 19

Il CCRR ha organizzato il 7 maggio 2021 un incontro on-line con il dottor Andrea Colzani, un medico pneumologo che lavora nel reparto Covid dell’ospedale di Como. Questo evento è stato pensato dal Sindaco del CCRR e dal consigliere Anna Cesana, con l’obiettivo di avere informazioni scientifiche precise e di rassicuraci sulla malattia che stiamo    »