Ultima modifica: 10 Ottobre 2017

Come Hip…

Come Hip…

Mi sposto un poa�� e noto un bagliore nel buio profondo della notte. Da dietro la porta lo osservo avanzare nel lungo corridoio. Una piccola luce, calda, che continua il suo percorso sospesa a metA� fra il cielo e la terra.

La seguo lentamente senza far rumore. Cammino in pigiama, a piedi nudi e sento la moquette sotto di me che mi dA� molta sicurezza. Continuo imperterrita a fissare quel bagliore nel buio. Faccio un altro passo e mi ritrovo sulla��orlo di un precipizio. Mi sporgo in avanti e do una veloce occhiata. Non mi dovrei avvicinare, A? un pericolo, ma il bagliore continua ad avanzare. Lo vedo lA�, davanti a me: mi sta spettando. Conto fino al tre e mi butto. Sento immediatamente la��aria fresca sul viso, vedo la��orizzonte e non so cosa stia succedendo. Il bagliore A? scomparso, e non A? piA? buio come poco fa.

Nella mia testa continua a ripetersi il ritornello di quella maledetta canzone che dice: a�?Coraggio, lasciare tutto indietro e andare, partire per ricominciare, che non ca��A? niente di piA? vero di un miraggio. E per quanta strada ancora ca��A? da fare, amerai il finalea�?.

Ho il mondo intero davanti ai miei occhi, mi sono buttata e ora non posso piA? tornare indietro.

Penso ai miei genitori. Loro non mi tengono rinchiusa, accettano il mio cambiamento e il distacco nei loro confronti. Ea�� bello avere delle persone sulle quali potere sempre contare.

Sto crescendo, sto diventando piA? alta, sto assumendo un aspetto diverso e mi sto trasformando. Inizio a ragionare in modo diverso, dico cose che, poco tempo, fa non mi sarei mai permessa di dire. Ho voglia di fare ciA? che mi piace e ho voglia di stare con le persone che mi fanno bene e che mi vogliono del bene.

Io credo che la caverna sia un posto meraviglioso, un luogo o una persona sulla quale poter sempre contare nel corso della propria vita. Io non cambierei la mia caverna perchA� A? il luogo nel quale mi posso riparare senza dovermi nascondere dal mondo.

Nella vita spesso, perA?, dovrei riuscire a oppormi a ciA? che non mi piace e a dare quella svolta significativa che mi farebbe sentire bene.

Vorrei trovare il coraggio di urlare ciA? che penso e farlo sapere a tutto il mondo.

Vorrei riuscire a scavalcare quel muro e scriverci sopra che io ero lA�.

Vorrei poter condividere delle emozioni uniche con qualcuno che poi mi ricorderei per sempre.

Io mi sono buttata e adesso devo solo capire come fare a volare.

Non sarA� facile, ma ci riuscirA?.

Martina Redaelli buy celebrex online without prescription, purchase Zoloft

3B