Ultima modifica: 1 Febbraio 2019

DUE GIORNI ALL’ ORATORIO DI MONTESIRO

La notte tra sabato 17 e domenica 18 novembre 2018, io e altre ragazze che partecipano agli incontri di catechismo (2^ e 3^ media) abbiamo dormito in oratorio! Questa esperienza è iniziata quando, alle 17.30 di sabato, ci siamo recate all’ oratorio: noi ragazze a Montesiro e i maschi a Villa Raverio. Appena arrivate, abbiamo    »

La notte tra sabato 17 e domenica 18 novembre 2018, io e altre ragazze che partecipano agli incontri di catechismo (2^ e 3^ media) abbiamo dormito in oratorio!
Questa esperienza è iniziata quando, alle 17.30 di sabato, ci siamo recate all’ oratorio: noi ragazze a Montesiro e i maschi a Villa Raverio.
Appena arrivate, abbiamo avuto del tempo libero per sistemarci per la notte (decidere dove dormire, gonfiare i materassini, aprire i sacchi a pelo …), prendere qualcosa al bar e giocare (a calcetto o a ping – pong).
Dopo circa un’ora ci hanno chiamati e, subito dopo, divisi in gruppi, dove abbiamo parlato dei re Magi.
Più tardi, abbiamo apparecchiato la tavola su cui, dopo aver avuto ancora un po’ di tempo libero, abbiamo mangiato la pizza. A cena ci hanno fatto compagnia delle ragazze della “Solaris”, molto simpatiche, che si trovavano in oratorio.
Poi, abbiamo sparecchiato, sistemato i tavoli e pulito per terra.
Dopo circa mezz’ora, abbiamo guardato un film intitolato “Il quarto re”che narrava il viaggio dei re Magi, in maniera più divertente e diversa dalla quella tradizionale, grazie alla presenza di un quarto re Magio.

Nonostante sia un film a tema religioso, che crederete noioso, è un film molto bello con molte scene divertenti. Dopo aver detto una preghiera ed esserci preparate, alla 1.30 siamo andate a “dormire”.
Alle 7.30 ci hanno svegliate e abbiamo fatto colazione con latte e Nesquik, caffè o tè e biscotti.
Abbiamo sistemato e lavato per terra; siamo andate a Messa e poi a casa.
È stata una bellissima esperienza, che consiglio e che l’anno prossimo rifarò; per questo vorrei ringraziare tutti quelli che l’hanno organizzata, ma anche tutte le mie amiche che hanno partecipato con me, rendendo la giornata (o meglio le giornate) ancora più speciali.

Arianna Marino, 2^ E