Ultima modifica: 6 Maggio 2016

La��ORA DI BELLEZZA: IL “MAGICO CILIEGIO”

IMG_3700La bellezza A? intorno a noi

 

GiovedA� 14 aprile, con la professoressa Locati e il professor Sabato, io e la mia classe siamo andati ad ammirare il ciliegio. Davvero una��ora di Bellezza!!!

Siamo partiti dalla scuola e ci siamo diretti a piedi alla Visconta dove ci aspettava il nonno di due miei compagni, che ci avrebbe accompagnati al a�?magico ciliegioa�?.

Siamo passati da un piccolo bosco di pini verdi; si vedevano dei fiori di tutti i colori e, sotto a un ponticello, passava un fiumiciattolo di un blu cristallino. Poco oltre ca��erano immensi campi verdi, un poa�� bagnati dalla pioggia; abbiamo avuto la possibilitA� di stare una mattina veramente a contatto con la natura. Tra i prati si intravedevano degli insediamenti sparsi e piccole fattorie; alla fine di questa passeggiata tra il verde della natura siamo arrivati al ciliegio. Davanti a questo immenso albero ca��erano campi coltivati e dietro un fitto bosco di pini di color verde scuro.

 

IMG_3704

 

Il a�?magico ciliegioa�? non era del tutto fiorito anche a causa del forte temporale notturno. Il tronco, color marrone, era largo e basso, i rami erano lunghi e larghi in prossimitA� del tronco e, man mano che si alzavano verso il cielo, diventavano piA? sottili; anche questi erano di colore marrone, ma piA? chiaro. Dopo averlo osservato, abbiamo fatto merenda e il nonno di Marco e Sabrina ci ha offerto una deliziosa torta.

Dopo averlo salutato e ringraziato, abbiamo ripreso la stessa strada per tornare a scuola.

Quando A? finito il sentiero, ci siamo immessi di nuovo sulla strada: il paesaggio era totalmente diverso. Nei prati non ca��erano nessuna macchina e nessun rumore, ma solo il cinguettio degli uccellini, ora invece dominavano il rumore delle auto e il grigio della��asfalto. Questa uscita sul territorio A? stata bellissima e rilassante. La��ora di bellezza ci ha permesso di godere delle bellezze che abbiamo attorno a noi e delle quali spesso non ci accorgiamo.
Giovanni Cremon

A�1F

Come piccoli scienziati…

 

IMG_3716Il giorno 14 aprile, io e la mia classe, ci siamo recati al ciliegio. Dalla strada siamo giunti sino a un punto che si inoltrava nei campi, dove ci aspettava il nonno di due miei compagni di classe. Egli A? stato abile ad accompagnarci, anche perchA�, da quel momento, abbiamo proseguito tra i campi raggiungendo in modo diretto la meta. Siccome la sera precedente aveva piovuto, lungo la strada, era presente del fango; nonostante questo, siamo comunque arrivati al grande albero. Intorno al ciliegio si estendeva un prato immenso e verde; esso offriva un aspetto amabile a chi lo osservava. Sfortunatamente, il ciliegio era tutto bagnato, ma per me era comunque splendido. Esso mi a�?ha trasportatoa�? in un mondo fantastico, in cui potevo volare per osservarlo meglio. Mi percepivo come una specie di scienziata.

 

IMG_3715Il ciliegio A? un albero che possiede un fusto alto. Le sue radici escono dal sottosuolo e sono molto grosse. La sua forma A? irregolare, perchA� i suoi rami si dirigono in varie direzioni; essi sembrano serpenti. Ad illuminare la sua chioma ci sono dei bellissimi fiori bianchi e rosa, che danno alla�� albero un senso di leggerezza. Il profumo dei fiori A? dolce e delicato e si espande nella zona circostante. Il suo tronco A? robusto e incomincia subito a ramificarsi (a poca distanza dal terreno). Al tatto la sua corteccia sembra che abbia delle squame, infatti A? molto ruvida. Quando soffia una��arietta fresca sembra che la�� albero sia triste e malinconico. Invece, nelle giornate soleggiate, il suo aspetto A? molto piA? tranquillo e gioioso. Quando abbiamo finito di osservarlo, ci siamo scattati delle foto e ci siamo fatti un filmato con i saluti per la dirigente. Concluse queste attivitA� siamo tornati a scuola, stanchi ma felici.

Alessandra Valtorta clonidine buy online, clomid without prescription

1F