Ultima modifica: 19 Novembre 2021
Istituto Comprensivo "Giovanni XXIII" > News > Eventi > SHALOM, L’INNO DI PACE PER RENDERE OMAGGIO AI CADUTI

SHALOM, L’INNO DI PACE PER RENDERE OMAGGIO AI CADUTI

I ragazzi delle classi 5^ Don Gnocchi e Renzo Pezzani, sono stati invitati a partecipare alla commemorazione del 4 novembre, celebrata a Vergo Zoccorino domenica 7. È stato un importante e alto momento di riflessione per una ricorrenza importantissima: il centenario della traslazione da Aquileia a Roma della salma del Milite Ignoto. Conoscere e apprezzare i principi di libertà conquistati dai tanti italiani che hanno combattuto e sono morti in guerra, e che oggi noi tutti vediamo sanciti dalla nostra Costituzione, ci rendono più consapevoli che i valori di solidarietà, uguaglianza e rispetto favoriscono la costruzione di un futuro di pace.

 

 

 

Gli scolari di quinta hanno contribuito alla celebrazione con 3 lavori:

  1. la decorazione artistica di un pannello posizionato su viale Rimembranze con colombe bronzee su fondo nero per “onorare i caduti e ripudiare la guerra” che rappresentano il messaggio di pace e speranza che dalla voce dei bambini può raggiungere il cuore di tutti e, sul retro, tante foglie per illustrare la poesia “Soldati” di Ungaretti “Si sta come d’autunno, sugli alberi le foglie”;
  1. la realizzazione di un opuscolo per approfondire il significato della festa del 4 novembre; il grande rispetto che dobbiamo al MILITE IGNOTO, da 100 anni simbolo del sacrificio e del valore dei combattenti della Prima guerra mondiale; l’importanza dei viali delle Rimembranze che, in ognuno dei nostri paesi, ricordano i tanti soldati caduti; l’immenso impegno offerto dalle forze armate italiane che, oltre ai compiti di difesa del territorio nazionale, danno un grandissimo contributo nelle missioni di solidarietà e di pace;
  1. la corona commemorativa di rami di gelso che è stata posta alla base del cippo realizzato dagli Alpini e dall’Associazione combattenti e reduci in onore del Milite Ignoto

Durante la manifestazione i ragazzi hanno proclamato due poesie dedicate al al MILITE IGNOTO: la prima di Renzo Pezzani e la seconda di autore sconosciuto; hanno recitato la filastrocca “Mai più la guerra” e hanno cantato l’Inno Nazionale e la dolcissima canzone SHALOM.